Home

iWeb MarketingPer essere più efficaci sul web

Come creare contenuto ottimizzato per i motori di ricerca

Farsi notare su Internet dai motori di ricerca non è mai facile, si potrebbe anche essere esperti in un determinato argomento ed avere cose interessanti da dire ma come si fa’ a farsi trovare ed attirare l’attenzione di un visitatore? La risposta è trovare il giusto equilibrio tra creare un contenuto originale e fruibile e ottimizzarlo per i motori di ricerca. E’ fondamentale che i crawler di Google ( e gli altri), e quindi i nostri lettori, siano in grado di trovare il nostro sito Web o Blog. Implementare alcune tecniche di SEO e applicare un minimo di buon senso può aiutare a scalare le classifiche. L’arrivo del nuovo algoritmo Google Penguin, a fine Aprile 2012, ha contribuito a penalizzare  la sovra ottimizzazione dei contenuti web a favore della loro originalita’ e fruibilità.  Un eccessivo uso dei backlink non e’ piu’ sufficiente, Google ha inziato a monitorare quanto tempo l’utente passa sul nostro sito per approfondire la sua ricerca, in pratica, più l’utente resta sul sito, più comunica a Google che il contenuto del sito è di qualità.

Creare un contenuto originale

Non e’ difficile, si puo’ creare un testo ex novo partendo dalle proprie conoscenze oppure si possono aggregare e valorizzare informazioni provenienti da fonti pubbliche. Una cosa e’ certa, e’ finita l’epoca in cui bastavano densita’ di parole chiave e spamming per guadagnare un buon posizionamento. Oggi bisogna convincere Google ( e gli altri) che il visitatore possa trovare sul vostro sito le informazioni che cerca. Per scoprire quali sono i contenuti che piacciano di piu’ agli utenti si possono utilizzare vari strumenti di web analytics, uno dei piu’ apprezzati e’ di sicuro Google Analytic

Lunghezza del testo

400-800 parole rappresentano una buona lunghezza per creare un articolo informativo e attraente o il contenuto di una pagina web o il post di un blog. Gli articoli con meno di 200 parole sono di solito ignorati e saltati dai crawler dei motori di ricerca. E’ importante utilizzare un formato che renda il nostro testo accattivante, la formattazione e l’utilizzo di immagini e colori contribuiscono a valorizzare e rendere piu’ fruibile il contenuto. Creare all’interno del testo dei link che rimandano ad altre pagine del sito e’ una pratica consigliata.

La parola chiave (Keyword)

La parola chiave è la corrispondenza di ciò che il nostro potenziale utente potrebbe digitare nel motore di ricerca per trovare informazioni circa un determinato argomento. Le parole chiave, o per dirla all’inglese keywords, all’interno di un contenuto web sono utilizzate dai motori di ricerca nell’analisi che genera il fattore di ranking. La selezione delle parole chiave e l’analisi delle keyword sono un argomento importante e complesso difficile da esaurire in poche righe.

Densità delle parole chiave

La densità delle parole chiave e’ la percentuale che indica la presenza di una parola chiave rispetto al testo. Per capire questo concetto o per analizzare un testo prima di pubblicarlo basta usare uno dei tanti strumenti disponibili online.  La densità di parole chiave varia tra i motori di ricerca, Yahoo raccomanda una densità di parole chiave di circa il 3%, mentre a Google sembra piacciono i siti che hanno una densità di parole chiave del  1-2%. C’è anche da considerare l’aspetto della posizione delle parole chiave all’interno del testo rispetto la loro densita’. Due articoli con la stessa densità di parole chiave potrebbero essere categorizzati da Google differentemente solo a causa della posizione delle parole. Se un articolo contiene le parole chiave all’inizio del titolo e il tag h1, otterrà una valutazione migliore  di un’ altro articolo di pari densita’ nel quale le parole chiave sono posizionate in altre parti del testo. Ci sono molte parti del testo (o del sito)  in cui possono essere inserite le keyword: URL, Meta tags, Contenuto, Immagini, Link ecc.